Fondazione Gabriele Berionne
Fondazione
5 per mille


Update 01 Agosto 2016
Risoluzione migliore: 1024x768
Email

Il testamento spirituale


Questa è una specie di testamento.
Disordinato, ma vero.
Quando muoio, voglio che nessuno pianga.
Nella vita ho cercato di costruire.
Se qualcosa ci sono riuscito,
ricordatemi per quello.
Chi costruisce vive,
partecipa all'opera tua, Signore.
Le mie cose vadano a chi le sa apprezzare,
altrimenti a chi ne ha bisogno.
Non mi interessa dove sarò sepolto.
Ho pensato al cimitero di Fianello,
possibilmente sotto terra
nel campo vicino Santa Maria.
Renata, ti amo più di ogni altra cosa sulla terra.
Michele e Stefano, vi amo.
mamma e papà, vi amo.
Gianni, ti amo.
Nonno Bindo, nonna Corinna,
nonno Giovanni, nonna
Erminia, zio Giovanni,
Filippo, vi amo tutti
anche quelli che non cito.
Amici, vi amo.
Colleghi - che siete anche amici - vi amo.
Amo tutti, tutti, tutti.
La meridiana dice:
ogni giorno mi illumino.
Anche se non c'è sole
si può leggere l'icona.
Mio Signore, mio Dio, aiutami.
Signore Gesù Cristo, abbi pietà di me.
Vieni Signore Gesù, non tardare!

Gabriele Berionne
domenica 24 settembre 2000, ore 16

Gabriele Berionne